Otite Media Acuta: Linee Guida della Società Italiana di Pediatria

Anno: 2010

Fonte: Società Italiana di Pediatria

Abstract: Scopo di questo documento è rendere disponibili le prove aggiornate e le raccomandazioni per la pratica clinica, utili a favorire una razionalizzazione condivisa nella gestione diagnostica,  terapeutica  e  preventiva  dell’episodio  acuto  di  otite  media,  formulate  dal gruppo multidisciplinare di esperti.

Si  è  deciso  di  considerare  come  punto  di  partenza  la  LG  della  American  Academy  of Pediatrics (AAP 2004) sulla gestione dell’ otite media acuta, pubblicata nel 2004, ritenuta un modello ottimale di multidisciplinarietà. L’intento dichiarato della LG AAP 2004 era quello  di  valutare  le  evidenze  pubblicate    riguardo  la  storia  naturale  e  la  gestione dell’OMA e di proporre raccomandazioni, basate sulle evidenze, a un ampio e variegato gruppo  di  figure  professionali,  che  include  pediatri,  otorinolaringoiatri,  medici  generici, personale infermieristico, medici di Pronto Soccorso.

Contrariamente alla LG dell’AAP 2004, il gruppo di stesura ha deciso di occuparsi non solo  di  diagnosi  e  terapia  dell’episodio acuto,  ma anche  di  eziologia,  prevenzione  e complicanze, in particolare di:

  • a. criteri diagnostici e modalità ottimali di diagnosi
  • b. eziologia dell’episodio acuto, evoluzione nel tempo e resistenze batteriche
  • c.  efficacia della terapia antibiotica e criteri di utilizzo;
  • d. modalità e efficacia delle strategie di prevenzione
  • e. complicanze.

Inoltre si è deciso di focalizzare l’attenzione solo sul bambino “sano”, escludendo cioè le seguenti categorie:

  • a. soggetti con immunodepressione (acquisita o congenita)
  • b. soggetti  con  perforazione  cronica  spontanea  o  da  posizionamento  di  tubo  di  drenaggio
  • c.  soggetti con patologia cronica di base (es. fibrosi cistica)
  • d. soggetti con malformazioni facciali.

Si è inoltre concordato di escludere il periodo neonatale e i primi 2 mesi di vita, in cui la patologia è rara e gli studi disponibili sono esigui e non trattare la patologia ricorrente o quella cronica, che hanno caratteristiche del tutto diverse e peculiari dal punto di vista diagnostico, terapeutico e preventivo.

La presente LG è applicabile nella popolazione pediatrica di età compresa da 2 mesi a 18 anni.

Il gruppo multidisciplinare ha deciso di applicare criteri diagnostici rigorosi di OMA, al fine di evitare una sovrastima dei casi di questa patologia e consentire un adeguato trattamento  solo  dei  casi  con  diagnosi  ragionevolmente certa.  In  questa  LG  una  diagnosi accurata di OMA rappresenta la premessa indispensabile, irrinunciabile e ineludibile alla gestione terapeutica.

Il  documento  è  indirizzato  a  tutti  i  professionisti  (medici  di  base,  pediatri,  otorinolaringoiatri),  che  trattino,  sia  in  ambiente  ambulatoriale  sia  ospedaliero,  bambini  affetti  da OMA.

L’obiettivo  è  quello  di  formulare  una  LG  che  tenga conto  non  solo  della  componente medica, ma anche della società e delle possibili ricadute di comportamenti diagnostici e terapeutici diversi dall’attuale e soprattutto, del benessere, in senso globale, dei bambini.

Fonte: www.sip.it

Testo integrale: clicca qui